Da stasera siete NOI

20130831-152617.jpgUn concetto mai stato così speciale e reale, un Noi caldo, cicciotto, un pò sudaticcio e coi baffi di fior di latte…quello di ET.
Quello di E, che con i bracciotti ancora un pò corti ha stretto T, all’improvviso, in un abbraccio assonnato, e quello di T, che strusciando la testolina sulla spalla di E, che gli dava baci appiccicosi tra i capelli a spazzola, mi ha guardata con gli occhi luccicanti e un sorriso a circa 16 denti, e con l’indice grassottello e cortino ha indicato sé ed il fratellone, biascicando:
“NOI, NOI, Mamma, NOI!”
Hai voluto dirmelo tu, farmelo sentire, farmi partecipe della vostra gioia (e, da figlia unica, aggiungo, della vostra fortuna).
Siete Noi da quando, come due Goccioline, siete scivolati nel mio Pancione, e lì vi siete accovacciati in un incastro tenero e perfetto, per stare vicini e crescere insieme, in attesa di scoprire Mamma e Babbo, giochi e sentimenti, biscotti ed emozioni, baruffe e coccole.
Lo sapevo già, ma sentirtelo dire per la prima volta, tra l’altro dopo l’ennesimo parapiglia per l’ultima cucchiaiata di gelato, Amore, è stato come ascoltare una verità della quale voi – “Noi” – sapete più di me.
Emozionandomi, nonostante per un attimo mi sia sentita nostalgica del tuo primo “Noi”, quello che hai detto qualche giorno fa, in collo a me, con il naso spiaccicato sulla mia guancia, toccandoti il petto e poi il mio braccio.
Ma tu ed E avete un tesoro, che vi rende indissolubili e indipendenti, fratelli e compagni, mentre la Mamma è la Mamma.
Due certezze, di fronte alle quali riprendo il respiro e sorrido forte.
Siate Noi per sempre, anche crescendo, scoprendovi diversi, condividendo e discutendo.
Ma ricordatevelo sempre, il Noi di stasera.

 

 

Standard