Con le mani! L’ora di volare via dal Nido

20140806-233834-85114335.jpgIndaffarata, sì, ma per una sessione di Scrap per il biglietto di saluto alle nostre eroine del nido (ed eroe, uno solo ma mitico!), il tempo me lo sono preso!

20140806-233833-85113626.jpg

Semplice, ma pieno di colore, gratitudine e allegria!

Con dei cartoncini 30X30 a piccoli pois ho costruito la base della card, tre facce, con chiusura “a portafoglio”.
Il più lo ha fatto la mia fantastica stampante LG Pocket!

Qualcosa l’ho fatto io aiutandomi con la mia preziosa Big shot (ma un punzonatore per tagliare fiori, che si trova facilmente in cartoleria, va benissimo!), con qualche stickers (lettere e brillantini), e con le mini-foto stampate “homemade”…

20140806-233835-85115777.jpg

…molto lo hanno fatto ET che mi hanno aiutato per i ringraziamenti ed i saluti…mi sa che l’hanno capito sul serio che dal Nido (Rodari) stanno volando via davvero!

Ci resterà nel Cuore, a tutti…

 

 

Standard

Asilo “R”ido

Festifera Asilo Nido

Questo è il nostro modo per ringraziare chi ogni giorno, con passione, fa sì che il proprio lavoro quotidiano diventi vera partecipazione alla crescita e al benessere dei nostri bambini.
O almeno, questa è la nostra esperienza, non posso dire se fortunata o comune.
Un grazie alle/i nostre/i educatrici/educatori (nella foto qui accanto, che con l’aiuto di ET ho scrappato così) che anche quest’anno (per quanto ci riguarda, quest’anno per primo) hanno contribuito attivamente e in maniera scanzonata a rendere ogni giornata dei nostri bambini calda di affetto, ricca di stimoli, importante per insegnamenti, carica di allegria, parole, pagine e musica, di sorrisi e di sguardi eloquenti, oltre che di marmellata e farina gialla!!!

A questi educatori, quelli dei tagli su tutto, fondi e persone, degli straordinari volontari-necessari, dei genitori soddisfatti e di quelli insoddisfatti, delle epidemie da “si salvi chi può!”, dei corsi d’aggiornamento, dei colloqui con genitori che hanno qualcosa da imparare (almeno noi, credo di sì) ma anche molto da raccontare sui propri figli, delle riunioni, delle vacanze estive ma anche dei centri estivi, dei nostri bambini che hanno bisogno della loro serenità anche quando non tutti giorni sono uguali, degli occhi inevitabilmente puntati addosso, non ultimo per certe brutte eccezioni che rischiano di “macchiare” la regola, quelli delle indicazioni che da genitori, a volte, non è semplice sentirsi impartire, ma che senza che ce ne accorgiamo a volte diventano preziose…grazie perché anni di soddisfazioni come di fatiche il più delle volte sembrano non segnare i vostri sorrisi!

Se qualcuno pensasse sia piaggeria…lo pensi pure, per me è la sana riconoscenza che vorrei trasmettere ai miei figli.

Standard