Ricordi del Passato…di Pomodoro

pomodoro

Ieri un’amica ha postato su fb le foto della sua opera culinaria di fine stagione: a rivedere le foto dei barattoli di pomarola caserecci, dei grappoli di pomodori tra pentoloni e canovacci, mi è tornato in mente un ricordo lontano, che voglio assolutamente riportare al presente in tutto il suo sapore.

Purtroppo non sarà più la mia Nonna Raffa a raccontarmelo, perché da qualche tempo vive in un mondo fatto di ricordi ancora più lontani, di quando era bambina…così non può ricordare di quando ero bambina io, affidata d’estate alle sue cure mentre babbo e mamma lavoravano, e nel pieno di una campagna assolata, l’orto produceva, tra l’altro, pomodori dal profumo prorompente e un basilico sfacciato.
Lì i pomeriggi di agosto, nonna e nipoti si dedicavano con entusiasmo e acquolina in bocca alla preparazione delle conserve per l’inverno, pomarola e semplice passato di pomodoro.
Talmente semplice che, all’ora di merenda, la nonna riempiva i bicchieri di passato appena colato, li insaporiva solo con un pizzico di sale e pepe e un filo d’olio, e con una cannuccia conquistava la fiducia e le papille di tutti i nipoti!

Provare per credere, a patto di trovare un passato genuino, saporito di natura!

La Nonna Raffa forse non potrà raccontarlo a ET di persona, ma ogni volta in cui li guarderò mentre l’accarezzano dicendole “cara-cara”, penserò a quel bicchiere colmo di un rosso vivo, e a quando lo preparerò per loro!

Standard