Persone Belle in una fredda e grigia mattina fiorentina

20131124-150556.jpgLa prima mattina del corso a Bologna, arrivata alla Stazione di Santa Maria Novella, inizio la risalita della rampa lungo i binari.
Nello stesso momento, salutato con un bacio delicato e un abbraccio forte il marito, una signora che avrà avuto all’incirca l’età della mia mamma, con un elegante quanto sobrio caschetto bianco, due occhi grandi appena truccati, e un bel rossetto prugna, leggero e delicato come il bacio al marito, si avvia poco più avanti di me nella stessa mia direzione.
Lì per lì penso, gongolante per le belle sensazioni che ne avevo ricevuto, solo a quel bel saluto; poi inizio a sentire un motivetto canticchiato a labbra chiuse, piano piano; allegro, ma al tempo stesso…delicato.
E’ lei. Lentamente ma senza mezze misure, e senza pensare alle apparenze, aumento il passo e l’avvicino, camminandole ormai accanto.
E poi, ad un certo punto, un pò perché ormai da tempo ho deciso di dare importanza ai piccoli bei momenti senza particolari riserve, un pò per evitare di indurre lei a pensare ad una stalker, la ringrazio.
Proprio così, camminandole vicino la ringrazio, le dico che se non le dispiace le cammino accanto perché è bello e imprevisto ascoltare quell’allegro canticchiare in una fredda e grigia mattina fiorentina.
Lei mi sorride sinceramente e senza circospezione, mi ringrazia altrettanto per il complimento spontaneo, e mi racconta che è così pimpante perché in procinto di far visita al figlio (poco più giovane di me) a Bologna, città in cui si è da poco trasferito per studiare.

Abbiamo parlato ancora un pò, di suo figlio e del mio corso, entrambi a Bologna, ci siamo avvicinate allo stesso treno e ci siamo salutate davanti alla sua carrozza, la mia era parecchio più avanti.
E’ stata una conversazione breve, non so nemmeno come si chiama, quella bella signora, ma di certo è stato un “buongiorno” che resta impresso.
Se mi fossi riguardata, se per riservatezza o che altro, non l’avessi avvicinata, mi sarei persa quel piccolo tesoro di una fredda e grigia mattina fiorentina.
Guarda come basta poco, a volte, per iniziare la giornata con una piccola emozione.

 

Standard