Festa di Natale…allo zenzero!

EB78FB3B-1170-4969-AB6F-2285FB5D9297Oggi è FESTA, festa per voi, RagazzinGamba.
C’è tanto, tutti i giorni (o quasi, via…) da festeggiare, ma oggi in particolare, con la Festa a scuola, ve lo dico io per cosa festeggiamo: è per come cavalcate le onde difficili, che alla fine mettono alla prova più noi che voi…festa per come fate parte di una squadra forte ma un po’ strampalata, festa per il vostro sorriso che è una certezza nelle mie giornate (anche il vostro baccano, chiaramente!)…la festa di oggi sarà per tanti bambini, ma tra quelli ci siete voi.

Ci sei tu, Elio, con la tua nuova finestra in bocca, che, stai tranquillo, nessuno noterà se non io; e con i tuoi ricci, che tu vuoi far allungare, in maniera direttamente proporzionale al tempo che ci vuole ad asciugarteli e alla fila di improperi in sottofondo; con il tuo imbarazzo, perché sfoggi abitualmente una sicurezza che a tratti ti ammiro e a tratti mi spiazza e preoccupa, ma quando poi ti trovi in situazioni come queste, ti viene l’ansia da prestazione e quello che sfoggi è solo il lato B del tuo capoccione.
E con il tuo sorriso, che nonostante tutto alla fine ti esplode sul viso, e non c’è niente da fare, concedetemelo…sei bellissimooo!

(E comunque, se ti senti teso, canticchia tra te e te uno dei tuoi cavalli di battaglia, tipo “Natale allo zenzero” o “Negoziante”, e vedrai che passa la paura!)

E ci sei tu, Teo, con la tua energia, il tuo chiasso, le tue contraddizioni, il tuo ciuffo che non sta su a dispetto, con la tua allegria e la lealtà che ti fanno amare da tutti; con il coraggio con cui hai affrontato gli ultimi mesi, e con l’esuberanza che sfoderi nelle occasioni speciali, come se tutta l’insicurezza che dalla tua pancia esce fuori dalla bocca tutti i giorni, si ritirasse, talmente intimidita da lasciare spazio solo al meglio di te, fronte alta e sorriso acceso, con quegli occhi brillanti che, sì, ve lo devo dire, gente, ruba i cuori!!

Buona Festa di Natale a scuola, RagazzinGamba, godetevela tutta, sarà per voi tutto il profumo di Pandoro (e di zenzero!), ogni suon di campanello (e di campanella), le luci della ribalta (ma per favore, fate in modo di non essere voi a ribaltare qualcosa in preda all’euforia…), tutti i miei sguardi, anche quando starà a me leggere quelle due battute da Gruffalò, e sarò come sempre più emozionata di voi…vi guarderò per farmi coraggio, ci state???

Standard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>